Ulteriori informazioni

 

Riesionlie

  

Gruppo Comunità riesina

  

Città di Riesi

 

Contatto-Indirizzo mail

 

Ulteriori informazioni

 

 
 

 

Ulteriori informazioni

 

 

 

 

 

NEW YORK, UCCISO IL BOSS FRANK CALÌ ERA IL CAPO DELLA FAMIGLIA GAMBINO E MEDIATORE DELLA MAFIA TRA USA E SICILIA
Fonte: meridionews.it - 15/03/2019
Redazione
Originario della Sicilia, nel Palermitano, Cali aveva profonde radici nella mafia siciliana e sua moglie è la nipote del boss italoamericano Giovanni John Gambino
Crivellato con numerosi proiettili e poi travolto da un furgone. Una esecuzione in piena regola quello riservato al boss della famiglia Gambino, il 53enne Francesco 'Frank' Calì, freddato ieri sera in un sanguinoso agguato davanti alla sua residenza di Staten Island, a New York. Secondo quanto riferiscono fonti della polizia, l'uomo è stato raggiunto da sei colpi di arma da fuoco al petto e poi investito da un camioncinoblu Hilltop Terrace, in Todt Hill, alle 21:15 circa, ora locale. I medici lo hanno portato con urgenza all'ospedale universitario di Staten Island, dove è deceduto per le ferite riportate. 

Secondo i media si tratta del primo assassinio di rilievo negli ambienti della criminalità organizzata di New York da oltre 30 anni. L'ultimo omicidio di un boss è infatti avvenuto nel 1985. Noto come 'FrankieBoy', Calì che è stato membro del comitato direttivo della famiglia Gambino per diversi anni e nel 2015 ne è diventato il capo, al posto del sessantatreenne Domenico Cefalù. Originario della Sicilia, nel Palermitano, Cali aveva profonde radici nella mafia siciliana e sua moglie è la nipote del boss italoamericano Giovanni "John" Gambino. Anche suo fratello Joseph e il cognato Peter Inzerillo fanno parte della cosca.  
Leggi articolo originale dalla fonte

 
Commenta/condividi questo articolo su:  

Riesionlie

  

Gruppo Comunità riesina

  

Città di Riesi

 

 

   

 
 
 

© StudioGF Tutti i diritti sono riservati - Richiesta di rettifica - Cosa facciamoContatti